This website uses cookies. By using the site you are agreeing to our Privacy Policy.

24.06.2020 Saraya Cortaville

10 consigli per creare dei ritratti di famiglia rispettando il distanziamento sociale

Saraya Cortaville

Saraya Cortaville is an award winning portrait and social documentary photographer.
She has received two fellowships (one of only two women in the uk to have achieved this) one for studio portraiture and most recently social documentary for a project she completed in 2015 whilst living in Africa.
She was awarded the Peter Grugeon award for the best fellowship portfolio of 2015, and a gold award in Visual Arts in the professional photography awards 2016.
Saraya’s passion for travel and people has pushed her career in to a more adventurous phase and she has recently lived and worked abroad for various international NGO’s documenting social issues in countries as far as Tanzania and Nepal.
Saraya skillfully manages to draw out her subjects emotions and feelings, in a sensitive and empathetic nature, her portraits are an observation and moment of connection, between two people, rather than photographer, subject.
When not abroad Saraya shoots primarily location portraiture specializing in children and documentary weddings.

Con l’allentamento del lockdown molte aziende stanno valutando come riaprire in modo sicuro, per cui ho raccolto alcune idee su come affrontare al meglio in questo momento i clienti che chiedono dei ritratti.

Lo scopo è rassicurarli di aver pensato a tutti i modi per lavorare in modo sicuro e ponderato pur mantenendo tutta la creatività e il divertimento e garantendo il minimo rischio.

FUJIFILM X-T2 + XF8-16mmF2.8 R LM WR - F2.8, ISO 200, 1/500 sec

1. Improvvisa e adattati

Come con la maggior parte delle cose in questo momento, dobbiamo improvvisare e adattare il nostro comportamento per cercare di avvicinarci a qualche forma di normalità.

Come fotografi, cambiare il modo in cui lavoriamo con i clienti è un must per andare avanti e iniziare a riaprire le nostre attività. Il modo in cui lo facciamo come impresa deve essere coerente e collaborativo con tutta la comunità nel suo insieme.

Nella mia mente, l’opzione più favorevole per i fotografi è il ritratto nel contesto quotidiano. La possibilità di mantenere il distanziamento sociale dai clienti quando si scatta questo tipo di fotografia è sicuramente più facile e sicura rispetto allo scatto nello spazio ristretto dello studio.

FUJIFILM X-T2 + XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR - F2.8, ISO 200, 1/100 sec

2.Gestisci le aspettative

Una delle questioni più importanti attualmente è che siamo in un periodo di incertezze. Tutti noi stiamo cercando di immaginare cosa potrebbe accadere dopo, ognuno con le proprie opinioni e preoccupazioni. Se vogliamo andare avanti con successo e mettere le persone a proprio agio con i loro ritratti, avremo bisogno di adattarci, non solo alle regole mutevoli, ma anche alle mutevoli aspettative dei nostri clienti.

Quando ci approcciamo ad un servizio fotografico, è importante per noi fotografi proteggere noi stessi, le nostre famiglie e gli altri nostri clienti. Quindi, ha senso spiegare chiaramente ai clienti come si svolgeranno le sessioni.

Delinea chiaramente come intendi incontrarli e scattare immagini in un luogo sicuro, mantieni il controllo delle distanze in ogni momento e crea emozioni come faresti in una normale sessione. Rassicurali sul fatto che sono in atto misure di sicurezza per tutte le parti coinvolte e assicurati che sappiano di poter esprimere immediatamente qualsiasi tipo di preoccupazione.

Potrebbe essere una buona idea creare un modello Google o una sorta di contratto da mettere in atto prima delle riprese per garantire che tutto sia chiaro nero su bianco. Vale anche la pena verificare con le famiglie se i loro figli comprendono appieno le distanze sociali. In caso contrario, come farete a gestirlo? Dovremo essere in grado di pensare in modo un po’ diverso per essere in grado di farcela, ma ammettiamolo, la maggior parte dei fotografi è abbastanza brava a pensare su due piedi e a superare gli ostacoli!

FUJIFILM X-T2 + XF16-55mmF2.8 R LM WR - F20, ISO 200, 1/10 sec 3. Think about timings

3.Considera il momento in cui scattare

Solitamente, il motivo principale per scegliere un particolare momento della giornata per le tue riprese è stato quello di sfruttare al massimo la luce migliore. Tuttavia, ora potrebbe essere una buona idea programmare le riprese quando i parchi locali e i luoghi sono meno affollati.

Sfruttare al massimo i giorni feriali mentre i bambini sono ancora fuori scuola e la mattina o la sera potrebbero essere buone scelte per evitare la folla, così da limitare ogni potenziale contatto con gli altri nei luoghi pubblici.

Se hai bambini più piccoli nel tuo gruppo, suggerirei sempre di scattare al mattino, poiché tendono ad essere più vivaci, energici e collaborativi durante le riprese.

FUJIFILM X-T3 + XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR - F2.8, ISO 200, 1/1000 sec

4. Sii audace!

Uno degli aspetti positivi del lockdown è che tutti abbiamo esplorato le nostre aree locali, trovando nuovi piccoli punti di bellezza per godersi la campagna evitando la folla! Questi sono ormai diventati luoghi speciali dove le famiglie fanno passeggiate, picnic e trascorrono del tempo insieme. Poiché questi luoghi sono ora più unici e personali per le famiglie, creeranno un ottimo collegamento e aggiungeranno significato a un ritratto.

Vale la pena chiedere ai clienti se hanno trovato un posto vicino a loro che negli ultimi mesi si sono divertiti a visitare e dove si sentono a proprio agio. Individuare un luogo in cui incontrarsi e avere una rapida ricognizione prima di iniziare le riprese è sempre utile per pianificare in anticipo dove la luce e le posizioni sono buone.

Come fotografi siamo abituati alle sfide, quindi sarà sicuramente bello uscire dalle normali aree in cui scattiamo!

FUJIFILM X-T2 + XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR - F2.8, ISO 200, 1/2000 sec 5. Go long!

5. Rimani distante!

Sembra davvero ovvio, ma per permetterci di lavorare a distanza di sicurezza, dovremo usare le nostre ottiche più lunghe.

Immediatamente, opterei per l’obiettivo zoom XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR. Non solo questo delizioso obiettivo ti permetterà di mantenere la distanza dai tuoi clienti ma, essendo un obiettivo zoom, ti darà la flessibilità di varie prospettive senza dover maneggiare attrezzature extra. Questo a sua volta elimina più cambi di obiettivo, facendoti risparmiare tempo.

Per scatti più contestuali, userei comunque lo zoom XF16-55mmF2.8 R LM WR e mi assicurerei di aderire nuovamente ai criteri di distanza. So per esperienza che la maggior parte dei miei clienti ama i ritratti ravvicinati che mostrano le espressioni e i caratteri dei loro figli.

FUJIFILM X-T2 + XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR - F4, ISO 200, 1/800 sec

6. Limita gli shooting

Io per prima limiterò i miei shooting a uno o due al giorno per darmi la possibilità di valutare continuamente il risultato e se tutti i processi in atto sono abbastanza efficaci.

Nelle prime settimane, è una buona idea utilizzare un approccio “guarda come va”, con la capacità di valutare e modificare le procedure mentre procediamo. Ciò che funziona per una famiglia potrebbe non funzionare per un’altra, quindi dobbiamo essere flessibili e comprensivi.

Ammettiamolo, non siamo mai stati in questo tipo di ambiente di lavoro prima e sono certa che si presenteranno nuovi problemi e sfide. Possiamo migliorare solo se condividiamo esperienze e andiamo avanti insieme.

7. Lavora rapidamente e scatta in modo ponderato

Con la maggior parte delle mie riprese, indipendentemente dal numero di soggetti, il tempo di ripresa effettivo è in realtà relativamente breve, con la maggior parte del tempo occupata dalla comunicazione e dal far sentire i clienti a proprio agio davanti all’obiettivo.

Fare la maggior parte delle tue rassicurazioni pre-ripresa ti consentirà di dedicare meno tempo in fase di shooting.

Non sostituire spesso gli obiettivi e utilizzare gli zoom per evitare troppe modifiche aiuterà in questo, e cerca sempre di scattare in modo intelligente, ottenendo quante più inquadrature possibili in un’unica location. Con ogni scenario, prova a catturare un primissimo piano, un ritratto a metà lunghezza e un ritratto a figura intera, ciascuno in formato verticale e orizzontale, e ciascuno in bianco e nero e a colori.

Con questo approccio e con uno sforzo minimo da parte del cliente, è possibile ottenere 12 immagini diverse da prendere in considerazione. Questo numero può essere ulteriormente aumentato se sei in grado di muoverti intorno al soggetto e creare diverse composizioni, espressioni e pose.

Con ogni ripresa, cerca di dare al cliente la massima varietà possibile, quindi in media scatta cinque o sei scene diverse nello stesso luogo. Con le attuali restrizioni, potresti aver bisogno di ridurlo, ma come ho detto prima, sii cauto e fatti guidare dal cliente! Per me questo è il modo migliore.

FUJIFILM X-T2 + XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR - F2.8, ISO 200, 1/320 sec

 8. Sii attivo

Con il distanziamento in atto, potrebbe essere leggermente più difficile ottenere una complicità con il cliente. Tuttavia, devi fare del tuo meglio per stabilire una buona connessione sin dall’inizio e per impegnarti e creare energia in un modo diverso.

Essere più loquaci e visivamente attivi può aiutare. Giocare e raccontare barzellette o storie è un ottimo modo per mantenere l’attenzione.

Dimostrare fisicamente le pose diventerà la norma e spiegare chiaramente ai clienti che questo è ciò che accadrà è la chiave affinché le riprese abbiano successo e affinché i clienti non si sentano impacciati.

FUJIFILM X-T2 + XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR - F2.8, ISO 200, 1/160 sec

9. Incontri virtuali di persona

Le gallerie online saranno probabilmente il modo migliore di comunicare con i clienti per i prossimi mesi finché non saremo in grado di accoglierli fisicamente nei nostri luoghi di lavoro. Tuttavia, non significa che questi incontri non possano essere di persona!

Le sessioni via Zoom o Skype potrebbero essere molto divertenti e altrettanto redditizie! Potrebbero persino diventare la via da seguire – chi lo sa? Penso che tutti noi abbiamo solo bisogno di vedere cosa si adatta alle nostre attività ed essere pronti ad evolverci.

FUJIFILM X-T2 + XF50-140mmF2.8 R LM OIS WR - F2.8, ISO 400, 1/125 sec

10. Lavati le mani

E infine, giusto per rafforzare il messaggio (come se non lo avessimo sentito abbastanza!), quando si lavora con i bambini e sul posto, un flacone di disinfettante per le mani o una confezione di salviettine antibatteriche è sempre stata un’aggiunta importante al mio kit. Nasi sporchi e mani infangate sono sempre presenti e il segno di un buono scatto pieno di energia!

Ricorda ai tuoi clienti di portare con sé le proprie provviste e di usarle spesso. È sempre meglio dare il buon esempio, quindi è importante lavarsi le mani e suggerire a tutti di farlo dopo ogni serie di scatti, soprattutto se i bambini hanno toccato le panchine o si sono seduti in luoghi diversi.

Celebra lo stare insieme, ma a distanza!

Soprattutto, credo che in questo momento dovremmo celebrare lo stare insieme e le famiglie, quindi è una grande opportunità per i fotografi riuscire e farlo (tenendo in considerazione tutti i punti che ho delineato, ovviamente!).

Se ci sono altri suggerimenti che potresti avere, mi piacerebbe aggiungerli! Se affrontiamo questo momento in modo collaborativo, sostenendoci e aiutandoci a vicenda, i ritratti del 2020 saranno sicuramente quelli che segneranno un momento molto significativo della nostra storia.