This website uses cookies. By using the site you are agreeing to our Privacy Policy.

25.06.2020 Federico Tardito

FEDERICO TARDITO: OBIETTIVO TOKYO 2021

Federico Tardito

Nasce a Torino nel 1984.
La Fotografia arriva nella sua vita nel 2004, cambiando il suo modo di vivere e di relazionarsi con
gli altri e con il mondo che lo circonda.
Fotografo professionista dal 2006 lavora si specializza in fotografia sportiva e di ritratto lavorando
con agenzie fotografiche come LaPresse Insidefoto e molte altre le sue immagini vengono pubblicate su numerose riviste e giornali italiani ed internazionali come Vanity Fair, Vogue Gioiello, Sportweek, Maxim, Gazzetta dello Sport, The globe, Panorama, L’Espresso, Corriere della Sera per citarne alcuni.
Diventa freelance dal 2012 fondando One+Nine Images e lavorando come fotografo personale di calciatori come Leonardo Bonucci e Gianluigi Buffon e collaborando a campagne fotografiche per grandi brand come Nike ed Adidas.
Nel 2018 nasce la sua ultima creazione in collaborazione col collega ed amico Giulio Visentin, The Pop Models, con la finalità di portare modernità, sincerità e ironia nella fotografia di moda.

Ho conosciuto Riccardo per la prima volta alcuni mesi fa, durante il progetto I’MPERFECT. Questa è la sua storia.

Riccardo, 22 anni, circa 5 anni fa ha avuto un brutto incidente mentre era alla guida del suo scooter. È stato brutalmente investito da un’auto e durante l’incidente ha danneggiato gravemente la sua gamba destra. I medici hanno dovuto amputarla.

La realtà in cui Riccardo si è forzatamente ritrovato al suo risveglio era per lui totalmente nuova e certamente non riusciva in quel momento a immaginarsi le difficoltà che avrebbe dovuto affrontare nella sua nuova vita, che ricominciava a soli 17 anni.

  •        

  •        

Riccardo però non fece passare molto tempo e trovò il coraggio e la forza per reagire, per sé stesso in primis ma anche per la sua famiglia.

Lo sport è stato fin da subito il suo più grande alleato, la sua terapia, la sua forza. Ha iniziato a praticare lo sci nordico raggiungendo traguardi importanti ed approdando anche alla Nazionale B.

Si è iscritto poi alla facoltà di Scienze Motorie e  parallelamente ha portato avanti un suo grande sogno, quello di poter costruire qualcosa di concreto per aiutare i giovani e tutte le persone che, per ragioni diverse, si ritrovano ad affrontare momenti difficili a causa della propria disabilità.

Oggi Riccardo è vicepresidente dell’Associazione Bionic People.

  •      

Attualmente è un atleta di atletica leggera, campione italiano nei 60m della sua categoria (T64), compete per i 100 ed i 200 metri e con il suo tempo di 12” sui 100m spera di poter raggiungere le Paralimpiadi di Tokyo.

Ho deciso di raccontare un piccolo pezzo della quotidianità di Riccardo, durante la fase due della quarantena, scoppiata in Italia a causa del Coronavirus.

Nella prima fase Riccardo si è potuto allenare esclusivamente a casa, improvvisando una palestra nel cortile del suo condominio. Poi, con l’allentarsi delle restrizioni, si è trasferito al parco dove, grazie ad una piccola pista, ha potuto continuare ad allenarsi per mantenere e sviluppare la sua forma fisica.

Queste foto sono il racconto di un suo allenamento quotidiano. Nonostante il caldo, nonostante la difficile situazione legata al virus, Riccardo ha continuato senza mollare nemmeno un giorno, ascoltando unicamente il pensiero fisso nella sua testa, quello di poter finalmente raggiungere Tokyo 2021.

Foto scattate con Fujifilm X-T3 + XF35mm F1.4 e XF90mm F2